Mercato Milan: rivoluzione in attacco per Mihajlovic, ma il sogno è sempre Ibra

frutto proibito del mercato del Milan

Rivoluzione in attacco
Luiz Adriano e Bacca fiori all’occhiello del calciomercato del Milan
In casa rossonera, dopo una stagione ricca di delusioni, si prova a pensare al futuro. E l’arrivo del thailandese mr. Bee in società ha portato forze fresche per le casse societarie, con gli investimenti che non si sono fatti attendere. A centrocampo, dal Genoa via Roma è arrivato il giovane Bertolacci.

Ma è soprattutto in attacco che il calciomercato del Milan è decollato con l’arrivo di due autentici pezzi da novanta. Il bomber della scorsa edizione di Europa League, il colombiano Bacca prelevato dal Siviglia, e Luiz Adriano, stella brasiliana dello Shakhtar Donetsk. Per il Milan il calciomercato ha finora potenzialmente risolto dunque il problema del gol, ma ci sono anche altri reparti in cui investire.

Problema difesa per Mihajlovic
La Roma spara alto per Romagnoli, ma servono degli innesti
Su tutti la difesa, il reparto in cui per il nuovo tecnico Sinisa Mihajlovic ancora non ha ottenuto i rinforzi sperati. Il calciomercato del Milan al momento ruota attorno a un nome: quello del difensore, giovane ma già molto quotato, Romagnoli.

In forza alla Sampdoria ma di proprietà della Roma, l’enfant prodige giallorosso è stato quotato dal DS Sabatini oltre trenta milioni di euro. Troppi al momento, tanto che anche lo stesso Mihajlovic in conferenza stampa si è affrettato a sottolineare come non sia abituato a pagare le fragole, che pure gli piacciono, come le ostriche. frutto proibito del mercato del Milan

Una sorta di messaggio neanche troppo cifrato, anche se i rapporti tra Milan e Roma restano buoni, come dimostrato anche dall’affare Bertolacci, andato in porto molto velocemente già nelle primissime battute di questo mercato del Milan. Investire tanto e tutto insieme su un giovane potrebbe essere rischioso, ma Romagnoli resta uno dei talenti potenzialmente più promettenti di tutto il calcio italiano, e se la Roma accetterà di abbassare un po’ le sue pretese economiche, allora l’affare potrà arrivare in dirittura d’arrivo.

Il sogno si chiama Ibrahimovic
Il ritorno di Zlatan è sempre il frutto proibito del mercato del Milan
C’è un nome però che i tifosi rossoneri continuano a sognare, una sorta di frutto proibito che l’AD Galliani proverà a rendere possibile fino alla fine della sessione estiva del calciomercato. Stiamo parlando di Zlatan Ibrahimovic, al momento ancora ben ancorato al suo ingaggio principesco al Paris Saint Germain degli sceicchi, ma potenzialmente tentato da un ennesimo ritorno in Italia, paese che continua ad amare e a guardare con ammirazione.

L’ingaggio principesco percepito da Ibra in Francia rappresenta l’ostacolo più grande, ma la volontà del giocatore di rimettersi in gioco potrebbe essere decisiva. Così come la scarsa propensione a continuare l’avventura transalpina, con Ibra che nell’ultima stagione si è scontrato in maniera piuttosto aspra con il sistema calcio francese.

Al momento è ancora fantamercato, ma un potenziale ritorno di Ibra sarebbe un colpo gigantesco non solo per il calciomercato del Milan, ma per tutto il football del nostro paese. Con Luiz Adriano e Bacca, Ibrahimovic andrebbe a formare un reparto esplosivo, sulla carta in grado di riportare subito il Milan a lottare per gli obiettivi più alti, ovvero quelli che sono sistematicamente sfuggiti negli ultimi anni dalle parti di Milanello.

Fonte:  sport.sky.it/sport/calciomercato/milan.html